ALLA SOLFARATA L’IMPIANTO BIOGAS PIU’ GRANDE D’EUROPA

area impianto biogas

QUESTO IMPIANTO NON S’HA DA FARE, NE’ DOMANI, NE’ MAI
Stamattina (giovedì 11 febbraio 2016) tutto il nostro territorio era rappresentato alla riunione della Commissione Ambiente in Municipio dove si è discusso dell’ipotesi di realizzazione dell’impianto di produzione di Biogas che dovrebbe accogliere la frazione organica differenziata di una buona parte della città di Roma. Dall’esame delle carte sono emerse perplessità sulla effettiva possibilità che possa essere autorizzato perché l’area che sarebbe interessata dalla installazione, l’ex cava di zolfo, ricade parzialmente nel vincolo Bondi ed è adiacente al parco Decima Malafede.

A sentire i tecnici presenti di Roma Natura e della Regione sembra che una simile proposta non sia quindi ricevibile in questa area per l’impatto ambientale che avrebbe e per il carico che comporterebbe per le altre infrastrutture del territorio. Eppure, nonostante questo sembri evidente, qualcuno si è scomodato a progettare e a presentare la proposta.

Ora, al di là di tutti gli argomenti di opposizione che bisognerà produrre in modo dettagliato e puntuale, è necessario prendere in modo unitario e coordinato l’iniziativa, non solo per allontanare la possibilità di realizzazione di questo impianto, ma anche per scongiurare che in futuro, magari a causa della prima emergenza rifiuti che si presenterà, si emanino dei provvedimenti di necessità che possano far scavalcare d’un balzo le barriere di vincolo attuali e consentire così a questa proposta o a installazioni ben più impattanti di questa, di essere realizzate.

Per questo abbiamo richiesto al presidente e vicepresidente della Commissione ambiente del nostro Municipio, Alessandro Lepidini e Massimiliano De Juliis , di elaborare un documento con gli argomenti di opposizione da depositare il prima possibile in Regione e chiediamo poi a loro e ai consiglieri municipali tutti della commissione di prendersi l’impegno di adoperarsi con ogni energia per far includere quest’area all’interno del Parco di Decima Malafede per proteggerla definitivamente da ogni futura iniziativa industriale.

IMPIANTO DI PRODUZIONE BIOGAS SOLFARATA: QUESTE LE PROPORZIONI
Abbiamo confrontato le vedute aeree della zona con le planimetrie dell’impianto presentate in Regione e i confini del parco Decima Malafede ricavabili dal sito di Roma Natura. Queste sono le proporzioni. E ci chiediamo: è presentabile un simile progetto nelle adiacenze di una zona Parco? Anzi, in parziale sovrapposizione? Sembrerebbe naturale rispondere di no. Eppure…

area impianto biogas

Per quanto riguarda il nostro di impegno di cittadini, insieme al coordinamento NO DISCARICHE, NO INCENERITORI stiamo portando avanti la redazione della nostra lettera di opposizione; mercoledì la questione verrà presentata anche alla riunione del Coordinamento di tutti i comitati del IX municipio.

Proponiamo inoltre di costituire rapidamente un gruppo di lavoro che comprenda una rappresentanza dei residenti di tutte e Cinque le Colline che possa da subito iniziare a mettere giù un progetto serio per valorizzare e far vivere la zona del Quarto della Zolfaratella e renderla un oasi verde fruibile agli abitanti e ai visitatori con percorsi a piedi e in bicicletta, con indicazioni che possano far godere lo spettacolo del lago rosso, degli stagni, delle formazioni solfuree, della grotta del fauno.

Forza quindi, rimbocchiamoci le maniche e diamoci da fare.

Per condividere con i tuoi amiciTweet about this on TwitterShare on Google+Email this to someoneShare on FacebookShare on LinkedInPin on Pinterest

Lascia un commento